…dimmi quando tu verrai… Finiamo? Quando?

12.05.2022

…dimmi quando tu verrai…  Finiamo? Quando?

…dimmi quando tu verrai…

 

Finiamo? Quando?

Oltre ai versi della bella canzone di Tony Renis, oramai ad Umago gira anche un detto che a dire il vero assomiglia di piu' ad un aneddodo. Quando il discorso verte sui lavori pubblici di questa amministrazione cittadina, l' inizio dei lavori e' conosciuto. E' la loro conclusione che troppe volte non viene specificata. Faremo l' esempio dell' intervento alla riva cittadina, mentre in tale occasione parleremo invece, dei lavori in Via E. Pascali. In base all' atto pubblico attinente le usanze nell' espletamento degli interventi pubblici ( N.N. 137/2021), l' inizio degli stessi, come da competente legge in materia, inizia con l' apertura del cantiere da parte delle maestranze scelte.

E la fine dei lavori invece?

A dire il vero la fine dei lavori ad Umago, troppe volte non viene specificata neanche in ''sogno''. La legge in materia, al paragrafo VI del citato atto, valida i ritardi dell' esecutore distinguendone piu' categorie. Tra queste l' impossibilita' di concludere gli stessi lavori a causa dell' investitore, in questo caso il municipio umaghese. La legge contempla anche la possibilita' della copertura dei danni all' esecutore che non ha potuto finire l' accordato. In altre parole gli appaltatori possono guadagnare senza finire il loro lavoro incassando ''palanche'' dal comune.

Che sia il caso di Via Pascali?

Diciamo che la costante assenza di una data di conclusione dei lavori pubblici nell' umaghese e' quasi una prassi, il che' ci fa pensare ad un superficiale rapporto del municipio con gli stessi lavori gia' in fase di varo degli stessi. Si sa quando iniziano, anche se non precisamente, ma non si sa mai quando finiranno. Nel frattempo l' inflazione di disagi e' costante . In aumento risulta , pero', l' inflazione monetaria, che nel settore edile vede mutare i prezzi nell' arco di una giornata. Tale dato, unito alla poca trasparenza nella spesa pubblica che l' amministrazione Bassanese ''cavalca'' oramai da lunghi anni, ci porta a fare richiesta di maggiore chiarezza e maggiore serieta' nei lavori futuri oltre ad  un' attenta analisi di quelli conclusi finora. Anche un bel calendario nell' ufficione del sindaco,  farebbe comodo!

di mr. Maurizio Rota