Umago:Tanti italofoni, ma pochi italiani tra i traduttori comunali….

08.08.2020

Umago:Tanti italofoni, ma pochi italiani tra i traduttori comunali….

 

„Assessorato sistema comunale, rifiuto e pianificazione territoriale“ bastava intitolarlo: „Assessorato comunale all' urbanistica“

…''certo che qua' parlano un italiano un po' strano''…sono le parole di una coppia valdostana proprietaria di una seconda casa ad Umago. Considerando che pure chi l'italiano lo dovrebbe masticare ufficialmente, non si attiene sempre ai canoni della lingua di Dante, e' fin troppo facile imbattersi in diciture ufficiali che non solo traducono i nomi degli uffici pubblici alla lettera dal croato, ma non hanno molto a che vedere neanche con il primo postulato in fatto di traduzioni: bisogna tradurre nello spirito della lingua finale. Invece della nominale ''cabrata caco-linguistico-labiale'' di stampo ripetitivo e dalla dicotomico-fuorviante italofonita' presente in forma istituzionale in apertura su tutti i documenti di questo ufficio umaghese, bastava intitolarlo : '' Assessorato comunale all' urbanistica'' dal latino ''urbe'' , ovvero citta' per antonomasia. Le soluzioni piu' semplici sono anche le piu' consone. E poi perche' non dare un'cchiata ai nomi di altri simili assesorati in regione? Forse si era impegnati ad ascoltare il programma italiano di Radio Bulgaria…Bravi come sempre!

mr. Maurizio Rota